Vico dell’amor perfetto


Nel suo disco d’esordio, Vico dell’amor perfetto (Radici Music Records), Marano propone un percorso musicale e narrativo di 7 canzoni, ciascuna delle quali racconta una storia che diventa l’espediente per affrontare tematiche sociali ed universali, in un concept album sul tema della ricerca della completezza.
Un disco d’altri tempi, un cantautorato essenziale dove al centro c’è un testo cantato in maniera fine e misurata, ed intorno c’è una musica non invadente e servile al messaggio e al contesto. Ottimo il lavoro di Gabriel D’Ario, produttore artistico nonché coautore dei brani, come quello di Gian Paolo Mux Fioretti, che ha curato Mix e Mastering.

Si avverte l’influenza dei cantautori più tradizionali, con riferimenti espliciti alle sonorità di De André e Bob Dylan, anche dal punto di vista dei testi. Nell’album emerge una forte impronta sociale, basti pensare che il singolo “L’amore di Jana” affronta i temi della libertà sessuale e dell’uxoricidio, con tanto di un bel video in time-lapse realizzato dall’artista Alessia Iannone.


  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •