Kawasaki


Kawasaki è un inno all’adolescenza, all’inadeguatezza e ai conflitti interiori che caratterizzano quel periodo della vita.

Con questo pezzo la band ha voluto raccontare i periodi bui e i ricordi dolorosi che tutti noi serbiamo, attraverso uno stile che non si adagia su standard radiofonici, ma vuole anzi avvicinarsi ai tempi del racconto interiore.

Kawasaki viene scritta dai Tramontana pensando alla fine dell’adolescenza come alla fine di un concerto, quando tutti tornano a casa e si portano dietro il ricordo preciso del finale di un’esperienza, che dal vivo è puro rumore, mentre nel brano viene a rappresentare la fine di un momento di vita.

La band dedica questa canzone “come molti altri brani, ai diciassettenni che si sono sentiti esclusi dalle vite degli altri, che hanno scelto o si sono trovati a nascere, vivere e a volte morire fuori moda, ma senza la paura di doversi pentire di nulla”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •