micro


La musica dei Silent Chaos contenuta in “micro” è la prima parte di un doppio progetto (micro-MACRO) in cui si narra l’evocazione di archetipi sepolti nell’inconscio collettivo, mostrati in una nuova luce intellettualmente (al modo di Plotino) emozionale.
L’uso di strumenti elettronici, quali il sintetizzatore modulare, i sequencer e la batteria a pad che comanda loop e campionamenti, mette a disposizione dei Silent Chaos una vasta tavolozza sonora da cui i Silent Chaos attingono per definire il personalissimo quadro stilistico.

Ogni composizione determina un’universo speciale nel quale affiorano echi di musica concreta, cori, suoni tribali, noise e ambient, in sperimentazioni sonore che avvolgono e sorprendono all’ascolto anche chi non ha orecchie avvezze a questi generi.
Il doppio album “micro-MACRO” è il frutto maturo di un anno di concerti multimediali, performance teatrali e radiofoniche, prove e sessioni di registrazione, che, attraverso sentite e sofferte selezioni, si rivela infine una gradita sorpresa anche per gli stessi artisti ed esprime al massimo potenziale la somma di felici intuizioni del momento, scelte per rappresentare al meglio il loro lavoro di ricerca.
L’ascolto di “micro-MACRO” esige un’attenzione particolare, per calarsi profondamente nelle atmosfere particolari di ogni lungo brano evocate dai musicisti; un’attenzione che si è perduta ormai in questa era di rapido consumo artistico e contro il quale i Silent Chaos si battono, offrendo un’altra visione del momento che chiunque, se lo vuole, può rimirare e condividere.

“micro-MACRO” è il racconto di un viaggio, quello che lo spirito intraprende dal Microcosmo (argomento del disco in uscita con Eclectic Productions) – in cui va in scena la distruzione del sé intramondano che permette l’accesso al Mistero – al Macrocosmo (argomento del secondo disco “MACRO”, prodotto nello stesso periodo, che sarà pubblicato come seguito di “micro”) , in cui, riconosciuti i limiti del sé e del mondo, l’Intelletto si spinge verso orizzonti sconosciuti, con lo scopo terribile e sublime di compiere la decostruzione del Tutto per ricostituirsi infine come Adamo primordiale.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •