Elia Ferretti


Nonostante la carta d’identità reciti agosto dell’84 a Castelnovo né monti, Elia Ferretti nasce artisticamente tra le vette del crinale reggiano, nello specifico del comune di Ventasso.
Ed è in questo piccolo paese incastonato tra sassi e castagneti, che Elia affonda le sue radici artistiche di cantautore, e di tali paesaggi beneficia sin dai primissimi anni d’età, iniziando a comporre musica e parole già dalle scuole medie.

Compone centinaia di canzoni ma il suo carattere introverso le costringe all’esilio nel suo piccolo studio casalingo. Trascorrono così gli anni finché, i suoi cari e le persone a lui vicine, piano piano si accorgono di quel talento straripante e lo convincono a condividere con il mondo le creazioni che Elia componeva scrivendo col cuore e suonando con l’anima.
Così arrivano le prime canzoni registrate in studio “Dalla parte sbagliata della strada” e “oltre la nebbia” nonché il successo “il re della città” canzone che spopola nelle radio locali e su YouTube, che unisce la critica sociale a un ritmo trascinante.

Con la pubblicazioni di queste ultime canzoni, Elia riscuote un successo che era scritto già nel destino, ed inizia a suonare nei locali della montagna, nonché a partecipare con successo a vari concorsi canori fino ad arrivare all’invito nella trasmissione in diretta TV “buongiorno Reggio” andata in onda il 25 Febbraio 2015
Elia continua a scrivere e rilascia l’ultima canzone, “Le domeniche di Aprile” un testo che parla di amicizia come pochi altri cantautori riescono a fare, continuando a segnare i tratti del sentiero che lo porterà, prima o poi, speriamo, ad un pubblico sempre più numeroso!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •