Maryanna Phasone ( Marianna Fasone )


Marianna Fasone, in arte Maryanna Phasone, nasce a Palermo il 14/04/1976. Inizia a studiare pianoforte all’età di 6 anni, ed entra in Conservatorio all’età di 11 anni. A 12 anni scrive le prime musiche, e si appassiona alla chitarra classica. Dopo la morte prematura del padre, è costretta ad abbandonare gli studi di pianoforte in Conservatorio, ma continua con il perfezionamento della scrittura musicale e canta in alcuni locali e teatri della sua città. Scrive soundtracks per svariati ambiti, e si perfeziona nella scrittura musicale per orchestra. Dopo il diploma di scuola superiore, decide di rimanere accanto alla madre e di non partire per l’estero, e inizia gli studi alla facoltà di lettere e filosofia dell’università di Palermo, laureandosi in lingue e letterature straniere. Per aiutare la madre e per mandare avanti la sua musica, cambia molti lavori, che però hanno breve durata. Inizia a studiare canto moderno e tecnica vocale alla scuola Arte e Suoni di Palermo, e continua a scrivere le sue musiche e le sue canzoni, vincendo anche dei premi. Il suo amore per la scrittura, per la letteratura e per la medicina, la portano alla stesura di romanzi, poesie, allo studio approfondito in terra iberica, della psicologia, della psichiatria, psicoterapia, psicopatologia, della sociologia, applicate in qualsiasi ambito e di qualsiasi ramo.

Conosce vari musicisti, del panorama musicale italiano e straniero, soprattutto facenti parte dell’ambiente jazzistico Palermitano. Da qui, la decisione di studiare e approfondire il jazz, una materia diversa dal suo consueto, qual’è il pop/rock e le soundtracks. Nel 2009 esce il suo primo disco, “ Welcome to siren’s blog” scritto, arrangiato e prodotto da lei, inserito da itunes nella home page, ed è incoraggiata dal musicista, compositore e arrangiatore Lucio Fabbri (pfm), dopo vari scambi di mail, a coltivare e continuare la sua passione e il suo talento per la scrittura musicale. Marianna, continua a mandare le sue canzoni in Italia e all’estero a diverse etichette discografiche, a case di produzione cinematografiche, alle televisioni, alle radio, etc. Fino a quando, nel 2010, per una pura casualità, viene a sapere della sua candidatura al CMA con la canzone country/pop “ Everytime i’m singing”: purtroppo, non andata a buon fine. Nel frattempo, nel 2011, inizia a studiare tecnica e repertorio jazz al Brass group di Palermo, per perfezionare la sua tecnica vocale, e continua a cambiare lavori, per poter finanziare la sua musica. Durante un concerto organizzato dallo stesso Brass Group, incontra la cantante jazz Diane Schuur, che la incoraggia verso il cammino del jazz. Sempre nel 2011, perfeziona la sua recitazione alla scuola del maestro attore e regista Lollo Franco. Nello stesso anno, le viene proposto di studiare canto jazz in Conservatorio, e titubante, si presenta all’esame, convinta di non farcela. Inaspettatamente, si piazza in ottima posizione alle selezioni su tanti candidati, ed inizia l’ennesima avventura/disavventura al Conservatorio di Palermo. Marianna, continua a mandare le sue canzoni e le sue musiche continuamente, e da qui, iniziano collaborazioni musicali all’estero: scrive soundtracks per il Giappone, per gli Usa, per i paesi Europei. Ama scrivere le sue poesie e le sue rubriche sui social e nel suo blog, riscuotendo buoni consensi. Nel 2011 e 2012, escono dei singoli con dei video ufficiali. Il singolo “ Improvisation”, viene inserito da itunes nella home page, come singolo della settimana. Poi nel 2014, esce il secondo album, scritto, arrangiato e prodotto da lei: “ Non meno di zero”. Sempre nel 2014, vince il premio della critica ed il premio come migliore compositore e arrangiatore in un importante contest, la cui finale si è svolta a Londra. Da li, viene chiamata per varie tournèè in tutta Europa. Marianna, intende far diventare il suo marchio FaMa, registrato in Siae, una vera e propria casa di produzione musicale con annessa scuola di musica, ma le difficoltà sono tante, e decide di rimandare il progetto e dedicarsi alla promozione internazionale del suo lavoro musicale. Purtroppo in Italia, nonostante la conoscenza di alcuni musicisti e cantanti vip, non riesce a farsi strada, se pur il suo talento, le sue canzoni ed i suoi arrangiamenti siano superiori alla norma, e nonostante Marianna sia l’unica cantautrice italiana a scrivere e ad arrangiare per orchestra. Partecipa alle selezioni di alcuni contest come “Xfactor” e “Italia’s got talent”, ma niente di fatto. Partecipa anche alle selezioni per alcuni premi, come il “ Premio De Andrè” Sez.musica, ma nulla di fatto. Nel 2016 e 2017, escono altri nuovi singoli correlati di video ufficiali, uno dei quali, “ Inferno”, vince un premio a New York, come migliore canzone indipendente radiofonica rock. Sempre nel 2017, si laurea in canto jazz ed esce il suo terzo album “ Never in the heaven”, scritto, arrangiato e prodotto da lei. Il nuovo album, promosso in tutto il territorio nazionale ed internazionale online, e negli internet stores, ha un buon indice di gradimento, e riesce ad entrare nella classifica di una radio dei top 20 album di artisti indipendenti non vip di New York, vincendo un premio.

Marianna non rinuncia all’Italia, e si ricorda del “ Premio De Andrè” e del premio “ Targa Tenco”. Decide di partecipare nuovamente alle selezioni del “Premio De Andrè”, ma questa volta, nella sezione poesia, in quanto le sue canzoni, sono già edite. E decide di mandare il suo nuovo album “ Never in the heaven” al premio “targa Tenco”, ma purtroppo il cd, arriva in ritardo rispetto ai termini di consegna, e non può partecipare alla selezione. Nello stesso anno, esce l’album di soundtracks “ Marianna Fasone soundtracks” che viene utilizzato in svariati ambiti e registra un ottimo indice di gradimento. Nel 2018, viene contattata dal Cet di Mogol, in quanto i suoi lavori hanno attirato l’attenzione dei maestri, ma deve rinunciare al corso, a causa di problemi di salute ed in favore del suo nuovo progetto jazz. Marianna ha inventato un nuovo stile di jazz, un jazz sperimentale, che unisce la musica classica al jazz con alcune sonorità pop, a cui ha dato il nome di “Classjazzpo”. Ha perfezionato la sua voce, con vari maestri, tra i quali la vocal coach Danila Satragno, e nell’ottobre 2018, è uscito il singolo “ Tresi song” con il video ufficiale, il quale, in poco tempo, ha superato le oltre 30.000 visualizzazioni. Marianna è apparsa in alcune riviste online sia per il pop/rock che per il jazz, ed ha fatto interviste, tra le quali “ jazz it” e “ musica jazz” ( sarebbe troppo lungo elencarle tutte). Ha svolto anche un workshop con la cantante Sarah Jane Morris. Il suo quinto album “ Experimental jazz – The new classjazzpo “, è disponibile al pubblico dal 19 marzo 2019, e contiene 4 inediti scritti, arrangiati, orchestrati e prodotti da lei, e 3 cover riadattate ed arrangiate da lei. Gli arrangiamenti e riadattamenti delle cover, fatti da Marianna, sono piaciuti talmente tanto ai proprietari dei diritti in America, che ha ottenuto i permessi, per poterle inserire nel suo disco. Uno di questi il famoso pianista e compositore jazz Chick Corea, che ha apprezzato inoltre, la voce e l’interpretazione di Marianna. Dopo l’uscita del disco, sono stati previsti alcuni showcase, alcune collaborazioni musicali e dei concerti in Europa. Il disco, è promosso su territorio nazionale ed internazionale su radio, riviste, tv etc. Marianna è anche socia dell’associazione musicisti italiani di jazz ( Midj). Si attendono nuovi sviluppi.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •