Andrà tutto bene


Bak, all’anagrafe Gianluca Baccarini, pubblica il primo singolo da solista intitolato “Andrà tutto bene”.

Una canzone che nasce nel momento in cui molti di noi affrontano la solitudine di una quarantena e dove Bak, cantautore romano con alle spalle tante esperienze in band indipendenti, descrive il senso di solitudine, le ansie, le paure e il senso di abbandono di un amante che nello sconforto di questo momento sopravvive nella speranza di poter riabbracciare il suo amore quando tutto sarà finito.

Un brano nato in una notte in cui Gianluca “Bak” Baccarini immagina le difficoltà che in questo momento vivono tante persone che non hanno la fortuna di vivere un periodo storico, arrivato con il coronavirus, costrette al distanziamento sociale anche dalla persona amata.

“La canzone è nata in una notte in cui immaginavo di camminare, accompagnato dalla mia solitudine, per le strade deserte della mia città. – ha dichiarato il cantautore – Arrivando a casa mi sono messo al pianoforte e ho iniziato a suonare ossessivamente in loop gli accordi di una strofa che mi accompagnavano verso l’immedesimazione di un uomo che affronta il suo senso di vuoto e distacco. È arrivato tutto come una tempesta che trascina via verso un sentimento in cui ognuno di noi si è trovato nella vita e che oggi ha portato tanti a ritrovarsi nello stesso momento.”

Il videoclip è stato realizzato dal videomaker Luca Davidian  che ha rappresentato il brano prendendo naturalmente dal testo e ne ha sviluppato visivamente i concetti.

Il regista ha voluto raccontare la storia di un amore tra due ragazze che nonostante la lontananza non si perdono nello sconforto ma sopravvivono nella speranza di potersi ritrovare.

Fa da sfondo una metropoli inizialmente vuota che lentamente torna alla vita.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •