Jamu


Ecco “Jamu“, primo singolo estratto da “Hestia Koinè”, album di debutto di Kassie Afò, progetto solista di Giulio Tosatti (producer e percussionista), in uscita venerdì 12 Giugno su etichetta Junkfish World.

Jamu” nella lingua Wolof del Senegal, vuol dire “pace/veniamo in pace”.

Il brano parla di un episodio della vita di Ahmadou Bamba, fondatore e leader della confraternita islamica muride di cui fa parte la maggioranza della popolazione Senegalese.
Ahmadou Bamba – vissuto tra il XIX e il XX secolo – era mal visto dal governo coloniale francese che fece di tutto per toglierli potere spirituale e influenza politica.
Fu quindi mandato in esilio, provocato e minacciato costantemente, ma riuscì sempre, nonostante la paura, a guidare il popolo senegalese verso la pace e la forza spirituale.
Se avesse ceduto alle minacce e alla rabbia avrebbe spinto il popolo alla violenza e avrebbe così dato motivo ai francesi di scatenare uno spargimento di sangue per interesse politico ed economico.

Il video di “Jamu” è stato girato simbolicamente a New York, crogiolo di tutte le razze e culture, per rendere maggiormente l’idea del messaggio globale che vuole veicolare.
Il videoclip è infatti un’ esortazione a tendere una mano e ad aprirsi nei confronti di coloro che cercano rifugio o chiedono aiuto: tratta gli altri come vorresti essere trattato tu.
E’ stato girato proprio in un momento in cui in Italia il problema dell’immigrazione e della chiusura dei porti era molto sentito e il relativo dibattito acceso.
Ormai siamo abituati a pensare e comportarci in maniera egoistica, mettendo al centro di tutto il denaro e la produttività, portando invece in secondo piano valori quali la fratellanza e lo spirito.

Il video è stato diretto e girato da Alessandro di Natale di Junkfish Film.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •