Cesa


Samuele in arte “Cesa”, che poi sarebbe anche il mio tanto detestato cognome. Perché? Lo sento molto lontano poiché in dialetto veneto significa chiesa. A discapito di un’ adolescenza punk, il ribrezzo per la religione e le cose fatte bene erano all’ordine del giorno. Con il passare degli anni ho iniziato ad accettarmi, tirando fuori rabbia e sofferenza, integrando le mie esperienze di vita nei miei testi.La mia missione è tradurre in musica il mio timido essere, con l’ intento di suscitare emozione; il mio cantautorato ha origini trevigiane, è in chiave reggae pop, leggero all’ascolto e punk nello spirito.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •