Tesha


Emanuele “Tesha” Scardino inizia già da bambino a calcare i palchi di svariati pub a Milano seguendo le orme del padre, batterista e cantante, innamorandosi della musica Italiana. In quarta elementare entra far parte del Coro del Duomo di Milano dove per anni ricopre il ruolo di solista sotto la guida di Monsignor Luciano Migliavacca. Durante le scuole superiori inizia il suo girovagare artistico: è da questo momento che al suo bagaglio di musica Italiana si aggiungono altri generi musicali come rap, r&b, rock e soul music, il tutto portato in scena con varie formazioni, dal duo acustico a gruppi elettrici. Proprio con un gruppo elettrico, i Mukkarasta, inizia a proporre le sue canzoni, molto influenzate dal suo background e da quello che la vita gli dona.

LASCIAMI GRIDARE è la prima canzone che scrive dopo la tragica scomparsa di un giovane caro amico ed è la canzone che, durante i suoi Live, non manca mai. Nella sua carriera troviamo anche il teatro: partecipa infatti alla messa in scena di A CHORUS LINE. Da solo suona in molti locali milanesi, feste private e matrimoni, eseguendo classici repertori da piano bar senza però dimenticare le sue canzoni e le sue origini. Un’innata predisposizione musicale lo rende poli-strumentista: suona infatti pianoforte, chitarra, basso e batteria, tutti da autodidatta. Le ultime due canzoni scritte sono RICORDERAI, dedicata a sua moglie e BENVENUTA ELEONORA, canzone scritta in occasione della nascita della sua bambina.
Nel Novembre 2016 pubblica il suo primo album “LASCIAMI GRIDARE”
Il suo più grande talento è quello di scrivere Bio in terza persona.

www.tesha.org


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •