WakeUpCall


I WakeUpCall sono una rock band italiana, nata all’inizio del 2010.

Registrano i primi pezzi con il famoso produttore americano Beau Hill (che ha venduto più di 50 milioni di dischi producendo album di artisti come Alice Cooper, Europe, Eric Clapton), e cominciano subito a suonare in giro per l’Italia e l’Europa, aprendo anche diverse date a gruppi del calibro di: RED (Usa), Silverstein (Canada), Winger (Usa), Crossfaith (Japan), Heaven’s Basement (Uk), Richie Kotzen (Usa), Tito & Tarantula (Usa), Far From Finished (Usa), Scorpion Child (Usa) e gli italiani The Fire, Salmo, Vanilla Sky, About Wayne, Shandon…

All’inizio del 2011 esce “Before I Fall”, primo videoclip della band, che anticipa l’uscita di un EP di 5 brani. Per questo lavoro I WakeUpCall collaborano con M. Baggio (The Fire, Vanilla Sky, Pino Scotto) dell’Hate Studio, tra i pezzi viene registrato Here To Stay, che vede Olly Riva dei The Fire/Shandon/Rezophonic alla voce come special guest.

L’EP riceve ottime critiche da riviste e webzine in giro per il mondo definendolo “una piccola perla del Rock n Roll” e i WakeUpCall “uno dei migliori nuovi gruppi rock italiani”. La band parte in tour per promuovere il loro EP in Italia, oltre a 20 date all’estero.
La stagione 2011/2012 si conclude quell’estate suonando sul palco dell’HitWeek Festival, arrivando a collezionare 100 date in 2 anni di attività live.

Ottobre 2012 esce “Batteries Are Not Included”, il primo album della band (11 nuove canzoni). Il disco è anticipato dal primo video/singolo “To Be” che va in rotazione su tv e radio italiane, austriache e tedesche; a cui segue il secondo singolo “Just Wanna Dance”. Il video di Just Wanna Dance fa il giro delle tv come il precedente e entra nella top chart dei singoli indie più trasmessi dalle radio italiane per qualche settimana.

Giugno 2013 i WakeUpCall sono protagonisti dello spot pubblicitario “La Scelta Sbagliata” di Iccrea/BCC Banca con il brano “Batteries Are Not Included” che in 20 giorni supera le 100.000 visualizzazioni su youtube.

Nell’autunno del 2013 la band è di nuovo in tour in Europa, suonano per i 15 anni dell’Hard Rock Cafè di Roma e collaborano con la Barley Arts (una delle più importanti live agency italiane) per aprire alla famosa band americana RED a Milano. A fine anno i WakeUpCall hanno 150 date live sulle spalle tra: Italia, Francia, Corsica, Svizzera, Olanda, Lussemburgo, Lettonia e Lituania.

Giugno 2014, Virgin Radio Italia seleziona i WakeUpCall tra le 20 band (su più di 500 in tutta Italia) che accedono alla fase finale della battle of the band, si esibiscono all’Hard Rock Cafè di Firenze classificandosi #3 in tutta Italia. “I WakeUpCall hanno un frontman eccezionale e dei brani che potrebbero essere decisamente dei singoli” parole di Piero Pelù che faceva parte della giuria a Firenze.
Quello stesso mese suonano per la prima volta in Repubblica Ceca al Jam Rock festival 2014 (uno dei più grandi festival rock/metal della Repubblica Ceca).

Ottobre 2014 un cambio di line up (bassista e batterista lasciano la band per motivi personali) non ferma i WakeUpCall che partono di nuovo in tour: Italia, Repubblica Ceca e per la prima volta in Polonia, Inghilterra e Russia. Prima di partire registrano 3 nuove canzoni, che escono come singoli nel 2015. Nel frattempo uno dei brani dei WakeUpCall (Revolution) diventa la colonna sonora dello spot sulla Street Art di Roma.
I WakeUpCall, dopo il primo piccolo successo in Russia, tornano a distanza di soli quattro mesi in Russia e Siberia per un tour estivo (12 date – estate 2015) presentato da Gibson Russia.

Nella stagione 2015/2016 la band torna in tour in Europa e Russia per più di 40 date. Tra una data e l’altra scrivono quello che sarà il loro secondo album: If Beethoven Was a Punk (2017)

www.wakeupcallrock.com/


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •